Il lapis specularis nella Grotta Risorgente del Rio Basino (Vena del Gesso romagnola)